Anche a Brescia il cibo a domicilio lo paghi con lo smartphone, grazie alla nostra App

Ognuno di noi, almeno una volta nella vita, si è scontrato con il classico problema del pagamento della pizza a domicilio. La pizza arriva, cerchi il portafoglio e, al momento di pagare il conto, trovi solo banconote di grosso taglio. Per chi acquista da Caviar, questo non è più un problema. La startup di food delivery è infatti stata acquistata ad Agosto 2014 dalla Square di Jack Dorsey, la società che trasforma gli smartphone in Pos, per la modica cifra di 100 milioni di dollari.

Una cifra da capogiro che si spiega però con la crescita esponenziale di Caviar, che ha aumentato il suo volume d’affari del 500 per cento nell’arco di qualche anno. portata del mercato del cibo a domicilio.

La piccola startup nata a San Francisco, ha conquistato pian piano la West Coast, da New York, passando per Boston fino a Chicago e Washington grazie ad alcuni grossi investimenti, tra cui quelli del fondo Winklevoss (i gemelli d’oro nemici di Zuckerberg e pionieri dei bitcoin).

Come spiega Dorsey sul blog, il servizio a domicialio viene offerto da ristoranti di ogni tipo, da quelli di lusso a quelli più popolari. Ora Square, già all’avanguardia nel mercato dei pagamenti elettronici, ha messo il piede nel settore delle startup del cibo, che secondo Fortune nel 2013 ha attratto investimenti 2.8 miliardi di dollari.

Anche a Brescia, la startup innovativa dadaYA, ha sviluppato un’App tramite la quale è possibile pagare le ordinazioni tramite smartphone!

Fonte “Il cibo a domicilio si paga con lo smartphone square acquisisce caviar” di Marta serafini

Continue Reading